Nike Nike Shoes Discount Nike Swim Shoes Discount Nike Toning Shoes Discount Nike Parkour Shoes Discount Acg Nike Shoes Discount
la materia prende forma nella luce. la materia esiste nella luce. la luce plasma e ricama la solidità dei materiali. la luce si riflette sulle superfici solide ridisegnando la matericità del modello. il modello è l'essenza archetipica del reale. nel modello la fisicità dei materiali si fanno scheletro e ossatura del reale che sarà. il modello esprime ed emana la sua peculiare e unica prospettiva del reale. il modello esprime il punto di vista e di osservazione di colui che l'ha costruito. la bidimensione del progetto vive e si trasforma nelle tre dimensioni del modello. la forza del modello scarurisce dalla armonica contrapposizione di colori e materiali. il modello esprime ed assorbe la forza dei materiali che lo compongono e delle scelte che lo costruiscono. il modello esprime e trasforma la forza dei materiali che lo costruiscono. come per l'albero le radici, la base del modello è il suo radicamento alla terra. più solido è l'attacco a terra più forte sarà il modello. la solidità del modello risiede nel suo radicamento a terra. il modello è come un puzzle fatto di incastri che costruiscono armoniche forme solide. legno, metallo, resina come pelle, rughe, cicatrici. il modello è la forma solida e del progetto che lo ha generato. il pensiero rivive nel modello dentro ad una rinnovata fisicità materica. il modello è la visione fatta materia dell'idea progettuale. con il modello si dà forma alle etericità delle idee. nel modello la visione ideale del progettista si trasforma in spazio ideale. nel modello le parti verdi sono interpretazione spaziale del rigoglio vitale della Natura. la complessità del modello risiede nella sua capacità di specchiare e dettagliare un reale che ancora non esiste. la materia prende forma nella luce. la materia esiste nella luce. la luce plasma e ricama la solidità dei materiali. la luce si riflette sulle superfici solide ridisegnando la matericità del modello. il modello è l'essenza archetipica del reale. nel modello la fisicità dei materiali si fanno scheletro e ossatura del reale che sarà. il modello esprime ed emana la sua peculiare e unica prospettiva del reale. il modello esprime il punto di vista e di osservazione di colui che l'ha costruito. la bidimensione del progetto vive e si trasforma nelle tre dimensioni del modello. la forza del modello scarurisce dalla armonica contrapposizione di colori e materiali. il modello esprime ed assorbe la forza dei materiali che lo compongono e delle scelte che lo costruiscono. il modello esprime e trasforma la forza dei materiali che lo costruiscono. come per l'albero le radici, la base del modello è il suo radicamento alla terra. più solido è l'attacco a terra più forte sarà il modello. la solidità del modello risiede nel suo radicamento a terra. il modello è come un puzzle fatto di incastri che costruiscono armoniche forme solide. legno, metallo, resina come pelle, rughe, cicatrici. il modello è la forma solida e del progetto che lo ha generato. il pensiero rivive nel modello dentro ad una rinnovata fisicità materica. il modello è la visione fatta materia dell'idea progettuale. con il modello si dà forma alle etericità delle idee. nel modello la visione ideale del progettista si trasforma in spazio ideale. nel modello le parti verdi sono interpretazione spaziale del rigoglio vitale della Natura. la complessità del modello risiede nella sua capacità di specchiare e dettagliare un reale che ancora non esiste. la materia prende forma nella luce. la materia esiste nella luce. la luce plasma e ricama la solidità dei materiali. la luce si riflette sulle superfici solide ridisegnando la matericità del modello. il modello è l'essenza archetipica del reale. nel modello la fisicità dei materiali si fanno scheletro e ossatura del reale che sarà. il modello esprime ed emana la sua peculiare e unica prospettiva del reale. il modello esprime il punto di vista e di osservazione di colui che l'ha costruito. la bidimensione del progetto vive e si trasforma nelle tre dimensioni del modello. la forza del modello scarurisce dalla armonica contrapposizione di colori e materiali. il modello esprime ed assorbe la forza dei materiali che lo compongono e delle scelte che lo costruiscono. il modello esprime e trasforma la forza dei materiali che lo costruiscono. come per l'albero le radici, la base del modello è il suo radicamento alla terra. più solido è l'attacco a terra più forte sarà il modello. la solidità del modello risiede nel suo radicamento a terra. il modello è come un puzzle fatto di incastri che costruiscono armoniche forme solide. legno, metallo, resina come pelle, rughe, cicatrici. il modello è la forma solida e del progetto che lo ha generato. il pensiero rivive nel modello dentro ad una rinnovata fisicità materica. il modello è la visione fatta materia dell'idea progettuale. con il modello si dà forma alle etericità delle idee. nel modello la visione ideale del progettista si trasforma in spazio ideale. nel modello le parti verdi sono interpretazione spaziale del rigoglio vitale della Natura. la complessità del modello risiede nella sua capacità di specchiare e dettagliare un reale che ancora non esiste. la materia prende forma nella luce. la materia esiste nella luce. la luce plasma e ricama la solidità dei materiali. la luce si riflette sulle superfici solide ridisegnando la matericità del modello. il modello è l'essenza archetipica del reale. nel modello la fisicità dei materiali si fanno scheletro e ossatura del reale che sarà. il modello esprime ed emana la sua peculiare e unica prospettiva del reale. il modello esprime il punto di vista e di osservazione di colui che l'ha costruito. la bidimensione del progetto vive e si trasforma nelle tre dimensioni del modello. la forza del modello scarurisce dalla armonica contrapposizione di colori e materiali. il modello esprime ed assorbe la forza dei materiali che lo compongono e delle scelte che lo costruiscono. il modello esprime e trasforma la forza dei materiali che lo costruiscono. come per l'albero le radici, la base del modello è il suo radicamento alla terra. più solido è l'attacco a terra più forte sarà il modello. la solidità del modello risiede nel suo radicamento a terra. il modello è come un puzzle fatto di incastri che costruiscono armoniche forme solide. legno, metallo, resina come pelle, rughe, cicatrici. il modello è la forma solida e del progetto che lo ha generato. il pensiero rivive nel modello dentro ad una rinnovata fisicità materica. il modello è la visione fatta materia dell'idea progettuale. con il modello si dà forma alle etericità delle idee. nel modello la visione ideale del progettista si trasforma in spazio ideale. nel modello le parti verdi sono interpretazione spaziale del rigoglio vitale della Natura. la complessità del modello risiede nella sua capacità di specchiare e dettagliare un reale che ancora non esiste. la materia prende forma nella luce. la materia esiste nella luce. la luce plasma e ricama la solidità dei materiali. la luce si riflette sulle superfici solide ridisegnando la matericità del modello. il modello è l'essenza archetipica del reale. nel modello la fisicità dei materiali si fanno scheletro e ossatura del reale che sarà. il modello esprime ed emana la sua peculiare e unica prospettiva del reale. il modello esprime il punto di vista e di osservazione di colui che l'ha costruito. la bidimensione del progetto vive e si trasforma nelle tre dimensioni del modello. la forza del modello scarurisce dalla armonica contrapposizione di colori e materiali. il modello esprime ed assorbe la forza dei materiali che lo compongono e delle scelte che lo costruiscono. il modello esprime e trasforma la forza dei materiali che lo costruiscono. come per l'albero le radici, la base del modello è il suo radicamento alla terra. più solido è l'attacco a terra più forte sarà il modello. la solidità del modello risiede nel suo radicamento a terra. il modello è come un puzzle fatto di incastri che costruiscono armoniche forme solide. legno, metallo, resina come pelle, rughe, cicatrici. il modello è la forma solida e del progetto che lo ha generato. il pensiero rivive nel modello dentro ad una rinnovata fisicità materica. il modello è la visione fatta materia dell'idea progettuale. con il modello si dà forma alle etericità delle idee. nel modello la visione ideale del progettista si trasforma in spazio ideale. nel modello le parti verdi sono interpretazione spaziale del rigoglio vitale della Natura. la complessità del modello risiede nella sua capacità di specchiare e dettagliare un reale che ancora non esiste. la materia prende forma nella luce. la materia esiste nella luce. la luce plasma e ricama la solidità dei materiali. la luce si riflette sulle superfici solide ridisegnando la matericità del modello. il modello è l'essenza archetipica del reale. nel modello la fisicità dei materiali si fanno scheletro e ossatura del reale che sarà. il modello esprime ed emana la sua peculiare e unica prospettiva del reale. il modello esprime il punto di vista e di osservazione di colui che l'ha costruito. la bidimensione del progetto vive e si trasforma nelle tre dimensioni del modello. la forza del modello scarurisce dalla armonica contrapposizione di colori e materiali. il modello esprime ed assorbe la forza dei materiali che lo compongono e delle scelte che lo costruiscono. il modello esprime e trasforma la forza dei materiali che lo costruiscono. come per l'albero le radici, la base del modello è il suo radicamento alla terra. più solido è l'attacco a terra più forte sarà il modello. la solidità del modello risiede nel suo radicamento a terra. il modello è come un puzzle fatto di incastri che costruiscono armoniche forme solide. legno, metallo, resina come pelle, rughe, cicatrici. il modello è la forma solida e del progetto che lo ha generato. il pensiero rivive nel modello dentro ad una rinnovata fisicità materica. il modello è la visione fatta materia dell'idea progettuale. con il modello si dà forma alle etericità delle idee. nel modello la visione ideale del progettista si trasforma in spazio ideale. nel modello le parti verdi sono interpretazione spaziale del rigoglio vitale della Natura. la complessità del modello risiede nella sua capacità di specchiare e dettagliare un reale che ancora non esiste. la materia prende forma nella luce. la materia esiste nella luce. la luce plasma e ricama la solidità dei materiali. la luce si riflette sulle superfici solide ridisegnando la matericità del modello. il modello è l'essenza archetipica del reale. nel modello la fisicità dei materiali si fanno scheletro e ossatura del reale che sarà. il modello esprime ed emana la sua peculiare e unica prospettiva del reale. il modello esprime il punto di vista e di osservazione di colui che l'ha costruito. la bidimensione del progetto vive e si trasforma nelle tre dimensioni del modello. la forza del modello scarurisce dalla armonica contrapposizione di colori e materiali. il modello esprime ed assorbe la forza dei materiali che lo compongono e delle scelte che lo costruiscono. il modello esprime e trasforma la forza dei materiali che lo costruiscono. come per l'albero le radici, la base del modello è il suo radicamento alla terra. più solido è l'attacco a terra più forte sarà il modello. la solidità del modello risiede nel suo radicamento a terra. il modello è come un puzzle fatto di incastri che costruiscono armoniche forme solide. legno, metallo, resina come pelle, rughe, cicatrici. il modello è la forma solida e del progetto che lo ha generato. il pensiero rivive nel modello dentro ad una rinnovata fisicità materica. il modello è la visione fatta materia dell'idea progettuale. con il modello si dà forma alle etericità delle idee. nel modello la visione ideale del progettista si trasforma in spazio ideale. nel modello le parti verdi sono interpretazione spaziale del rigoglio vitale della Natura. la complessità del modello risiede nella sua capacità di specchiare e dettagliare un reale che ancora non esiste. la materia prende forma nella luce. la materia esiste nella luce. la luce plasma e ricama la solidità dei materiali. la luce si riflette sulle superfici solide ridisegnando la matericità del modello. il modello è l'essenza archetipica del reale. nel modello la fisicità dei materiali si fanno scheletro e ossatura del reale che sarà. il modello esprime ed emana la sua peculiare e unica prospettiva del reale. il modello esprime il punto di vista e di osservazione di colui che l'ha costruito. la bidimensione del progetto vive e si trasforma nelle tre dimensioni del modello. la forza del modello scarurisce dalla armonica contrapposizione di colori e materiali. il modello esprime ed assorbe la forza dei materiali che lo compongono e delle scelte che lo costruiscono. il modello esprime e trasforma la forza dei materiali che lo costruiscono. come per l'albero le radici, la base del modello è il suo radicamento alla terra. più solido è l'attacco a terra più forte sarà il modello. la solidità del modello risiede nel suo radicamento a terra. il modello è come un puzzle fatto di incastri che costruiscono armoniche forme solide. legno, metallo, resina come pelle, rughe, cicatrici. il modello è la forma solida e del progetto che lo ha generato. il pensiero rivive nel modello dentro ad una rinnovata fisicità materica. il modello è la visione fatta materia dell'idea progettuale. con il modello si dà forma alle etericità delle idee. nel modello la visione ideale del progettista si trasforma in spazio ideale. nel modello le parti verdi sono interpretazione spaziale del rigoglio vitale della Natura. la complessità del modello risiede nella sua capacità di specchiare e dettagliare un reale che ancora non esiste. matter is shaped by light. matter exists in light. light moulds and embroiders the solidity of materials. light reflects on solid surfaces redesigning the materiality of the model. the model is the archetypal essence of the real. in the model the physicality of materials becomes skeleton and frame of the real that will be. the model expresses and emanates its peculiar and unique perspective of the real. the model expresses the viewpoint and observation of the one who built it. the two dimensions of the project live and turn into the three dimensions of the model. the power of the model springs from the harmonic contrast of colours and materials. the model expresses and absorbs the strength of the materials it’s composed of and the choices that built it. the model expresses and transforms the strength of the materials composing it. as the roots of the tree, the base of the model is its roots to the earth. the firmer the ground the stronger the model. the model’s solidity lies in its roots to the ground. the model is like a puzzle of joints that build harmonic solid forms. wood, metal, resin, they are skin, wrinkles, scars. the model is the solid form of the project that generated it. thought revives in the model in a renewed material physicality. the model is the materialization of the vision of the concept design. the model gives form to the ethereality of ideas. in the model the designer’s ideal vision transforms into ideal space. in the model the green parts are space interpretation of nature’s vital bloom. the complexity of the model lies in its ability to reflect and detail the yet not existing reality. matter is shaped by light. matter exists in light. light moulds and embroiders the solidity of materials. light reflects on solid surfaces redesigning the materiality of the model. the model is the archetypal essence of the real. in the model the physicality of materials becomes skeleton and frame of the real that will be. the model expresses and emanates its peculiar and unique perspective of the real. the model expresses the viewpoint and observation of the one who built it. the two dimensions of the project live and turn into the three dimensions of the model. the power of the model springs from the harmonic contrast of colours and materials. the model expresses and absorbs the strength of the materials it’s composed of and the choices that built it. the model expresses and transforms the strength of the materials composing it. as the roots of the tree, the base of the model is its roots to the earth. the firmer the ground the stronger the model. the model’s solidity lies in its roots to the ground. the model is like a puzzle of joints that build harmonic solid forms. wood, metal, resin, they are skin, wrinkles, scars. the model is the solid form of the project that generated it. thought revives in the model in a renewed material physicality. the model is the materialization of the vision of the concept design. the model gives form to the ethereality of ideas. in the model the designer’s ideal vision transforms into ideal space. in the model the green parts are space interpretation of nature’s vital bloom. the complexity of the model lies in its ability to reflect and detail the yet not existing reality. matter is shaped by light. matter exists in light. light moulds and embroiders the solidity of materials. light reflects on solid surfaces redesigning the materiality of the model. the model is the archetypal essence of the real. in the model the physicality of materials becomes skeleton and frame of the real that will be. the model expresses and emanates its peculiar and unique perspective of the real. the model expresses the viewpoint and observation of the one who built it. the two dimensions of the project live and turn into the three dimensions of the model. the power of the model springs from the harmonic contrast of colours and materials. the model expresses and absorbs the strength of the materials it’s composed of and the choices that built it. the model expresses and transforms the strength of the materials composing it. as the roots of the tree, the base of the model is its roots to the earth. the firmer the ground the stronger the model. the model’s solidity lies in its roots to the ground. the model is like a puzzle of joints that build harmonic solid forms. wood, metal, resin, they are skin, wrinkles, scars. the model is the solid form of the project that generated it. thought revives in the model in a renewed material physicality. the model is the materialization of the vision of the concept design. the model gives form to the ethereality of ideas. in the model the designer’s ideal vision transforms into ideal space. in the model the green parts are space interpretation of nature’s vital bloom. the complexity of the model lies in its ability to reflect and detail the yet not existing reality. matter is shaped by light. matter exists in light. light moulds and embroiders the solidity of materials. light reflects on solid surfaces redesigning the materiality of the model. the model is the archetypal essence of the real. in the model the physicality of materials becomes skeleton and frame of the real that will be. the model expresses and emanates its peculiar and unique perspective of the real. the model expresses the viewpoint and observation of the one who built it. the two dimensions of the project live and turn into the three dimensions of the model. the power of the model springs from the harmonic contrast of colours and materials. the model expresses and absorbs the strength of the materials it’s composed of and the choices that built it. the model expresses and transforms the strength of the materials composing it. as the roots of the tree, the base of the model is its roots to the earth. the firmer the ground the stronger the model. the model’s solidity lies in its roots to the ground. the model is like a puzzle of joints that build harmonic solid forms. wood, metal, resin, they are skin, wrinkles, scars. the model is the solid form of the project that generated it. thought revives in the model in a renewed material physicality. the model is the materialization of the vision of the concept design. the model gives form to the ethereality of ideas. in the model the designer’s ideal vision transforms into ideal space. in the model the green parts are space interpretation of nature’s vital bloom. the complexity of the model lies in its ability to reflect and detail the yet not existing reality. matter is shaped by light. matter exists in light. light moulds and embroiders the solidity of materials. light reflects on solid surfaces redesigning the materiality of the model. the model is the archetypal essence of the real. in the model the physicality of materials becomes skeleton and frame of the real that will be. the model expresses and emanates its peculiar and unique perspective of the real. the model expresses the viewpoint and observation of the one who built it. the two dimensions of the project live and turn into the three dimensions of the model. the power of the model springs from the harmonic contrast of colours and materials. the model expresses and absorbs the strength of the materials it’s composed of and the choices that built it. the model expresses and transforms the strength of the materials composing it. as the roots of the tree, the base of the model is its roots to the earth. the firmer the ground the stronger the model. the model’s solidity lies in its roots to the ground. the model is like a puzzle of joints that build harmonic solid forms. wood, metal, resin, they are skin, wrinkles, scars. the model is the solid form of the project that generated it. thought revives in the model in a renewed material physicality. the model is the materialization of the vision of the concept design. the model gives form to the ethereality of ideas. in the model the designer’s ideal vision transforms into ideal space. in the model the green parts are space interpretation of nature’s vital bloom. the complexity of the model lies in its ability to reflect and detail the yet not existing reality. matter is shaped by light. matter exists in light. light moulds and embroiders the solidity of materials. light reflects on solid surfaces redesigning the materiality of the model. the model is the archetypal essence of the real. in the model the physicality of materials becomes skeleton and frame of the real that will be. the model expresses and emanates its peculiar and unique perspective of the real. the model expresses the viewpoint and observation of the one who built it. the two dimensions of the project live and turn into the three dimensions of the model. the power of the model springs from the harmonic contrast of colours and materials. the model expresses and absorbs the strength of the materials it’s composed of and the choices that built it. the model expresses and transforms the strength of the materials composing it. as the roots of the tree, the base of the model is its roots to the earth. the firmer the ground the stronger the model. the model’s solidity lies in its roots to the ground. the model is like a puzzle of joints that build harmonic solid forms. wood, metal, resin, they are skin, wrinkles, scars. the model is the solid form of the project that generated it. thought revives in the model in a renewed material physicality. the model is the materialization of the vision of the concept design. the model gives form to the ethereality of ideas. in the model the designer’s ideal vision transforms into ideal space. in the model the green parts are space interpretation of nature’s vital bloom. the complexity of the model lies in its ability to reflect and detail the yet not existing reality. matter is shaped by light. matter exists in light. light moulds and embroiders the solidity of materials. light reflects on solid surfaces redesigning the materiality of the model. the model is the archetypal essence of the real. in the model the physicality of materials becomes skeleton and frame of the real that will be. the model expresses and emanates its peculiar and unique perspective of the real. the model expresses the viewpoint and observation of the one who built it. the two dimensions of the project live and turn into the three dimensions of the model. the power of the model springs from the harmonic contrast of colours and materials. the model expresses and absorbs the strength of the materials it’s composed of and the choices that built it. the model expresses and transforms the strength of the materials composing it. as the roots of the tree, the base of the model is its roots to the earth. the firmer the ground the stronger the model. the model’s solidity lies in its roots to the ground. the model is like a puzzle of joints that build harmonic solid forms. wood, metal, resin, they are skin, wrinkles, scars. the model is the solid form of the project that generated it. thought revives in the model in a renewed material physicality. the model is the materialization of the vision of the concept design. the model gives form to the ethereality of ideas. in the model the designer’s ideal vision transforms into ideal space. in the model the green parts are space interpretation of nature’s vital bloom. the complexity of the model lies in its ability to reflect and detail the yet not existing reality. matter is shaped by light. matter exists in light. light moulds and embroiders the solidity of materials. light reflects on solid surfaces redesigning the materiality of the model. the model is the archetypal essence of the real. in the model the physicality of materials becomes skeleton and frame of the real that will be. the model expresses and emanates its peculiar and unique perspective of the real. the model expresses the viewpoint and observation of the one who built it. the two dimensions of the project live and turn into the three dimensions of the model. the power of the model springs from the harmonic contrast of colours and materials. the model expresses and absorbs the strength of the materials it’s composed of and the choices that built it. the model expresses and transforms the strength of the materials composing it. as the roots of the tree, the base of the model is its roots to the earth. the firmer the ground the stronger the model. the model’s solidity lies in its roots to the ground. the model is like a puzzle of joints that build harmonic solid forms. wood, metal, resin, they are skin, wrinkles, scars. the model is the solid form of the project that generated it. thought revives in the model in a renewed material physicality. the model is the materialization of the vision of the concept design. the model gives form to the ethereality of ideas. in the model the designer’s ideal vision transforms into ideal space. in the model the green parts are space interpretation of nature’s vital bloom. the complexity of the model lies in its ability to reflect and detail the yet not existing reality.
Portfolio / Gallery


Corte di Giustizia - Lussemburgo
Modello in scala 1/1000 - Architetto Dominique Perrault
Dettaglio / More info
Museo Automobile di Torino
Modello scala 1/100 - Architetto Cino Zucchi
Concorso Casa della Memoria
Modello scala 1/100 - Architetti Iotti e Pavarani
Educational complex in Assago
Modello scala 1/200 Studio Abda Botticini – de Appolonia Architetti Associati
Campus Istituti Superiori per la Città di Quartu Sant' Elena
Modello scala 1/200 - Architetto Paolo Mestriner
Centro Culturale con annessa Biblioteca e Mediateca
Modello scala 1/200 - Architetto Pier Alberto Ferrè
Ampliamento del Serlachius Museum Gösta-Mänttä
Modello scala 1/200 - Architetto Stefano Seneca
Parco Dello Sport - Bergamo
Modello scala 1/500 - Studio De8
Dettaglio / More info
Scuola Mazzano
Modello in scala 1/300 - Studio Boschi + Serboli Architetti Associati
Realizzazione Modello Roman Oleh

Museo Archeologico Toledo 10 Competition
Modello in scala 1/1000 - Architetto Dominique Perrault
12345